50° GMPV

Apostolato

21 aprile 2013


 

Oggi,  4° Domenica di Pasqua, la Chiesa universale prega  per le Vocazioni. Il Venerabile Papa Paolo VI nel  1964, ha istituito questa giornata e nel suo primo radiomessaggio  invitava il popolo di Dio a riflettere sull’umanità bisognosa di ”mani sacerdotali,” ed esortava tutti i cristiani ad elevare l’accorata invocazione al Signore per ottenere il dono delle  vocazioni,  per la sua Chiesa.

 A 50 anni dall’istituzione della Giornata mondiale di preghiere per le Vocazioni, mentre è cresciuta nella coscienza ecclesiale la cultura vocazionale, scarseggiano ancora “i buoni operai”. Il numero di uomini, bambini, fratelli e sorelle da catechizzare, da soccorrere, da consolare è immenso.

Sant’Annibale Maria, insigne apostolo della preghiera per le vocazioni, portò scolpite nel cuore le parole di Gesù: "Pregate il Padrone della messe che mandi operai nella sua messe". Queste parole divennero l’ideale della sua vita. L’insufficienza di buone vocazioni fu la sua sofferenza, la loro promozione la sua passione e la diffusione della preghiera per ottenerle il suo assillo.  Si è prodigato con tutte le sue forze alla diffusione di questa richiesta del Signore, perché tutti nella Chiesa, assumessero l’impegno della preghiera per ottenere dal Padrone della messe, apostoli santi per i bisogni del mondo intero: sacerdoti, missionari, consacrati, sposi ferventi, educatori, e quanti operano per la diffusione del Vangelo.  

Dall’impulso dato da Sant’Annibale M. è sorto nella Chiesa un grande movimento di preghiera per le Vocazioni.                              

Egli ha scritto: “ Amiamo Gesù, appoggiamoci alla preghiera, tutto si ottiene con la preghiera umile, confidente e perseverante… e come può Iddio non esaudire questa preghiera, quando Egli stesso l’ha comandata?”.

Oggi, il Santo Padre, nel messaggio inviato a tutte le comunità cristiane invita a riflettere sul tema: “Le vocazioni segno della Speranza fondata sulla Fede”. La nostra speranza si fonda sulle Sue promesse. Dio sostiene il suo popolo suscitando vocazioni, perché siano segni di speranza nel mondo. 

 

 

Scheda per l'animazione delle Celebrazione Eucaristica:  in word, in pdf 

 

 

Lettera circ. del P. Generale dei Padri Rogazionisti e della M. Generale delle Figlie del Divino Zelo

 Carissimi/e,

                 nell’esultanza della Pasqua guardiamo alla prossima Giornata Mondiale di Preghiera per le Vocazioni, IV domenica di Pasqua, del Buon Pastore, di cui ricorre il 50° anniversario. Accogliamo il Messaggio del Santo Padre per questo evento, che ha per tema: “Le vocazioni segno della speranza fondata sulla fede”, nel contesto dell’Anno della Fede, e nella ricorrenza del 50° del Concilio Vaticano II.

         Desideriamo raggiungervi con questo breve messaggio, che condividiamo nel segno del carisma del Rogate, e che costituisce il centro della nostra comune vocazione e missione.    continua  

 

in lingua: italiana, inglese, portoghese, spagnolo

          

 

 

(messaggio integrato)

 

 

 

MESSAGGIO PER LA GIORNATA MONDIALE DI PREGHIERA PER LE VOCAZIONI

21 APRILE 2013 - IV DOMENICA DI PASQUA

 

Tema: Le vocazioni segno della speranza fondata sulla fede 

 

 

Cari fratelli e sorelle!

 

Nella 50a Giornata Mondiale di Preghiera per le Vocazioni, vorrei invitarvi a riflettere sul tema: «Le vocazioni segno della speranza fondata sulla fede», che ben si inscrive nel contesto dell’Anno della fede e nel 50° anniversario dell’apertura del Concilio Ecumenico Vaticano II. Il Servo di Dio Paolo VI, durante l’Assise conciliare, istituì questa Giornata di invocazione corale a Dio Padre affinché continui a mandare operai per la sua Chiesa (cfr Mt 9,38). «Il problema del numero sufficiente dei sacerdoti - sottolineò allora il Pontefice tocca da vicino tutti i fedeli: non solo perché ne dipende l’avvenire religioso della società cristiana, ma anche perché questo problema è il preciso e inesorabile indice della vitalità di fede e di amore delle singole comunità parrocchiali e diocesane, e testimonianza della sanità morale delle famiglie cristiane. Ove numerose sbocciano le vocazioni allo stato ecclesiastico e religioso, là si vive generosamente secondo il Vangelo» (PAOLO VI, Radiomessaggio, 11 aprile 1964).  continua ...

   

 

 

 

 

 

RADIOMESSAGGIO DEL PAPA PAOLO VI
PER LA I GIORNATA MONDIALE DELLE VOCAZIONI

 Sabato, 11 aprile 1964

   «Pregate il padrone della messe, affinché mandi operai» per la sua Chiesa (cfr. Matth. 9, 38).

 

Lanciando lo sguardo ansioso sulla sterminata distesa di campi spirituali verdeggianti, che in tutto il mondo attendono mani sacerdotali, sgorga dall’animo l’accorata invocazione al Signore, secondo l’invito di Cristo. Sì, oggi come allora, «la messe è copiosa, ma gli operai sono pochi» (ibid. 9, 37): pochi, in confronto delle accresciute necessità della cura pastorale; pochi, di fronte alle esigenze del mondo moderno, ai suoi fremiti di inquietudine, ai suoi bisogni di chiarezza e di luce, che richiedono maestri e padri comprensivi, aperti, aggiornati; pochi, ancora, di fronte a coloro, i quali, sebbene lontani, indifferenti, o ostili, pur vogliono nel sacerdote un modello vivente irreprensibile della dottrina, ch’egli professa. E soprattutto scarseggiano queste mani sacerdotali nei campi di missione, ovunque ci siano uomini e fratelli da catechizzare, da soccorrere, da consolare.   continua... 

 

 

 scaricare
  • Scheda per l’animazione della Celebrazione Eucaristica
  • Sussidio per l'animazione della celebrazione Eucaristica (doc)
  • Sussidio per l'animazione della celebrazione Eucaristica (pdf)
  • LOGO gmpv 2013
  • I GIORNATA MONDIALE DELLE VOCAZIONI
  • 50° GIORNATA MONDIALE DELLE VOCAZIONI
  • Lettera circolare (Italiano)
  • Lettera circolare (english)
  • Lettera circolare (spagnola)
  • Lettera circolare (portoghese)
  • Spaziatore
     

    Esci Home