Opere Socio Educative

Case accoglienza per minori

> Opere Socio Educative > Case accoglienza per minori

I Bambini, al pari dei poveri e degli emarginati, sono la preziosa eredità che Sant'Annibale ci ha lasciato. "Io l'amo i miei bambini..." sono parole nate dal cuore del Padre e da lui messe in versi in una poesia che, pur centenaria, conserva intatta la sua fragranza. 

Un pò di storia

La Congregazione delle Figlie del Divino Zelo si è messa in gioco sin dagli inizi quando nel 1882, Annibale Maria Di Francia, giovane sacerdote, accoglie nel piccolo quartiere dei poveri, a Messina, le prime bambine e poi i primi ragazzi di strada. Inizia, così,  l’istituzione degli “Orfanotrofi Antoniani”, che nel tempo, soprattutto quando lo stato era assente, ha svolto opera di accoglienza, di accudimento, di istruzione e formazione professionale offrendo opportunità di lavoro e di inserimento sociale a migliaia di ragazzi e ragazze.   

A loro tante religiose hanno dedicato la vita con l’esercizio di una maternità spirituale che, pur con i suoi limiti, ha cercato di dare risposte ai bisogni del tempo assicurando comunque, un calore affettivo che diversamente quei piccoli non avrebbero mai conosciuto e le cui conseguenze la moderna psicologia ci presenta molto bene.

Dal 1882 a  oggi è stata scritta una storia fatta di volti, di vite interamente spese per questo santo ideale, di fatiche e di ricerche continue, in ascolto dei nuovi bisogni e delle richieste del territorio, in dialogo sempre con le forze ecclesiali e sociali del territorio e in collaborazione con il laici.


Oggi