Pozzi di acqua potabile, speranza di vita

Archivio

Elogbatindi, 2013



 Nella mia prima visita alla Comunità di Elogbatindi, in Cameroun, nel mese di settembre 2011 le consorelle Figlie del Divino Zelo e il Parroco mi fecero presente la situazione di disagio della popolazione locale, in particolare di alcuni villaggi, per la mancanza di acqua. La gente e, specialmente, anziani e  bambini erano costretti a fare lunghi percorsi  per andare a prendere l’acqua  e caricarla sulle loro esili spalle. Inoltre, la conseguente mancanza di igiene era la causa di diverse malattie e infezioni, difficili da curare.  Emerse la richiesta di poter creare, con l’aiuto di benefattori italiani,  alcuni pozzi per dare acqua in diversi villaggi. Da allora attraverso il Sito della Congregazione e la pubblicazione nelle nostre riviste è stato portato a conoscenza il Progetto di dare acqua ai villaggi del Cameroun. Con l’aiuto di tanti benefattori siamo riusciti a realizzare nell’anno 2012 due pozzi che attualmente forniscono acqua  a tante persone.

Sono tornata a Elogbatindi nel mese di maggio 2013, ho potuto visitare e vedere uno dei pozzi realizzati. Ho ascoltato la gente,  ho visto la loro gioia e le preghiere che ogni giorno fanno a Dio perché benedica le persone che con generosità hanno contribuito a dare acqua alle loro case.

Ho potuto vedere dove in precedenza attingevano l’acqua:  un torrente con molta fanghiglia e rifiuti di ogni genere, questa era l’acqua che causava tanti danni alla loro salute. Adesso attraverso la vigilanza del parroco riescono a fornire acqua, disciplinando l’erogazione perché resti un bene per tutti  senza spreco.

Mentre ringrazio tutti voi che avete contribuito a quest’opera di bene, vi invito a continuare ad aiutarci per dare acqua ad altri villaggi.

Dio vi benedica!

                                                                           Madre M. Teolinda Salemi